Roccavione, Provincia di Cuneo

Dalla Rocca dei Catari all'Orrido delle Barme: Storia e Leggenda tra Roccavione e Robilante

Natura

Date disponibili

  • Sat Nov 07 2020 08:30:00 GMT+0000 (Coordinated Universal Time)

    Sat Nov 07 2020 08:30:00 GMT+0000 (Coordinated Universal Time)

    Sat Nov 07 2020 08:30:00 GMT+0000 (Coordinated Universal Time)

Sat Nov 07 2020 08:30:00 GMT+0000 (Coordinated Universal Time)

dalle 09:30 alle 15:00

€20

persona
Potrai richiedere gratuitamente il rimborso in crediti, utilizzabili per un altro evento,

Posti esauriti



Questa escursione è legata a filo doppio con le memorie e le leggende del luogo, che tesseremo passo dopo passo da Roccavione, il paese dei Catari, a Robilante, fino all’Orrido delle Barme.

La zona che ci ospiterà, punto d’incontro dei fiumi Gesso e Vermenagna, è stata uno dei primi luoghi di insediamento protostorico delle Alpi Marittime, divenuto in seguito confine romano, teatro di scontri e proprietà di molti: Angioini, Marchesi di Saluzzo, e infine Savoia.

Il giro ad anello avrà inizio a Roccavione, l'antica Roccacorvaria, il cui castello era un punto di controllo strategico per il passaggio verso la Provenza e la Liguria.

Salendo dai suoi ruderi, che ancora conservano il ricordo di antiche eresie, raggiungeremo Tetto Cioma e Tetto Griva e, superato un tratto più ripido, approderemo a Pian d'la Reina. La denominazione di questo luogo è legata alla leggendaria regina Giovanna d'Angiò, il cui passaggio è ancora vivo nelle leggende locali.

Proseguiremo poi su strada sterrata, fino a lambire pareti di roccia silicea detta “Roca di Moulere”, da cui venivano ricavate le ruote di pietra delle macine, installate sui mulini che a lungo hanno costellato le vallate.

Imboccando una strada forestale, arriveremo a Tetto Cicet, preambolo di una suggestiva scoperta. Seguendo un antico sentiero, infatti, sbucheremo all’Orrido delle Barme, antro nascosto e magnifico scrigno di biodiversità.

Il ritorno seguirà una leggera discesa in destra orografica del torrente Vermenagna, toccando le diverse abitazioni della località Imperiale, solcata un tempo dall'antica Strada Romana che collegava la pianura al mare.


Foto Copertina: Daniele Dalmasso

La guida

Daniele Dalmasso

Dettagli

Luogo

Roccavione (CN)

Livello di difficoltà (CAI)

E

Orario di ritrovo

09:30 Partenza escursione: 10:00

Orario di rientro

15:00 ca.

Cani ammessi

Sì, sono ammessi con guinzaglio e sacchetti per eventuali deiezioni

Lunghezza Percorso (km)

14 km

Dislivello (m)

350 metri

Stato del fondo

Stradina (asfalto/sterrato), sentiero battuto, mulattiera. Possibile presenza di tratti fangosi o scivolosi in caso di pioggia

Cosa portare

Scarpe da trekking/scarponcini, bevande, snacks, pranzo al sacco, bastoncini da trekking se usati solitamente, protezione da pioggia e vento, abbigliamento consono alla stagione, mascherina e gel igenizzante

Fai già parte di Meeters? Accedi per visualizzare tutti dettagli
Accedi

Politica di annullamento

L'evento potrebbe essere annullato o spostato nel caso in cui:

  • non raggiungesse il numero minimo di partecipanti
  • le condizioni meteo non possano permettere il regolare svolgimento in sicurezza

Per informazioni più dettagliate cliccate qui

Note

REGOLE DA RISPETTARE PER PARTECIPARE A QUESTO EVENTO:
  • Ti chiediamo buonsenso e responsabilità, al fine di garantire la tua sicurezza e quella degli altri partecipanti
  • Porta sempre con te la mascherina e il gel igienizzante per le mani
  • Indossa la mascherina in tutti i luoghi chiusi e all’aperto, ove sia più probabile il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale
  • Rispetta il distanziamento sociale di almeno un metro e utilizza la mascherina qualora non possa essere garantita la distanza con le altre persone

Rispettiamo l’ambiente

  • Non lasciare rifiuti dove non è permesso.
  • Non gettare mozziconi o carte a terra.
  • Rispetta flora e fauna del luogo.
  • Cerca di tenere un comportamento corretto e rispettoso della natura/dell’infrastruttura che ci ospita.