Como, Provincia di Como

L’Orrido di Nesso: viaggio tra suggestioni naturalistiche e rievocazioni di Leonardo da Vinci - MATTINA

Natura

Date disponibili

    Nessuna data disponibile

Cosa include:

  • una guida professionista che ci accompagnerà lungo il percorso/visita
  • accesso al gruppo riservato su Facebook per condividere il passaggio in auto
  • accesso al gruppo riservato su Facebook per condividere con gli altri Meeters l'esperienza che vivremo
  • accesso alla chat riservata della tua città dove troverai altri Meeters della tua zona
Una meraviglia naturale, un profondo canyon roccioso in cui l’acqua scorre impetuosa sfociando nella calma del Lario. Tutto questo è ammirabile nel Lago di Como, in uno dei borghi che, da anni, affascina turisti, viaggiatori e persino personaggi illustri. L’Orrido di Nesso è una pittoresca gola che taglia in due l’omonimo paesino. Questo spettacolo naturale si è sviluppato a partire dall’incontro di due corsi d’acqua, il Tuf e il Nosè. I torrenti confluiscono all’interno del canyon e sfociano sul Lago di Como dando vita ad una spettacolare cascata di 200 metri. Cominceremo il nostro itinerario dalla piazza di Nesso e, fin da subito, verremo avvolti dalla sua atmosfera magica: tra strette e affascinanti stradine, ponticelli di legno e fiabeschi scorci panoramici sul lago, faremo un viaggio in una destinazione in cui il tempo sembra essersi fermato. “Nesso, terra dove cade uno fiume con grande empito, per una grandissima fessura di monte”: persino Leonardo Da Vinci, nel suo Codice Atlantico, spese queste parole in riferimento all’Orrido di Nesso. Ci basteranno pochi passi tra le vie del borgo per cogliere quelle suggestioni che hanno spinto il sommo artista a citare questa località in una delle sue principali raccolte.

La guida

Elena Cortellessa

Dettagli

Luogo

Como (CO)

Livello di difficoltà (CAI)

E

Orario di inizio

9:30 Inizio escursione ore 10:00

Orario di fine

13:30 ca.

Dislivello (m)

250 metri

Lunghezza Percorso (km)

5 Km

Stato del fondo

Stradina (asfalto/sterrato), mulattiera-sentiero, scalinate di pietra, tratti scivolosi

Cani ammessi

Si sono ammessi, con guinzaglio e sacchetti per eventuali deiezioni

Cosa portare

Consigliati scarponcini da trekking per la possibile presenza di tratti scivolosi, bevande, snack, eventuale protezione da pioggia e vento. Mascherina e gel igienizzante.

Fai già parte di Meeters? Accedi per visualizzare tutti dettagli
Accedi