Diventa azionista
New
Esplora
Notifiche
1
Carrello

Città Metropolitana di Bologna

2.3 (3 recensioni)

Il Crinale di Montemaggiore: Un Percorso tra Calanchi e Vigneti

Natura

Su questa attività

Cancellazione gratuita

Con rimborso completo in crediti, anche in caso di variazione sulle disposizioni Covid-19, fino a 48 ore dall’inizio dell’attività con l’iscrizione a Meeters

In caso di maltempo

L'attività potrebbe essere annullata dalla guida fino a 5 ore prima per motivi di sicurezza legati al percorso. (Si raccomanda di non prenotare spostamenti o soggiorni in anticipo e di seguire gli aggiornamenti della guida nella chat di gruppo.)

Durata

5 ore e 45 minuti

Numero di partecipanti

Minimo 9 persone e massimo 14

Orario e luogo di ritrovo

Ritrovo alle 09:45.

Il luogo di ritrovo è nei pressi del luogo che visiteremo. L’informazione è riservata agli iscritti a Meeters. Se non hai l’iscrizione l’informazione sarà visibile dopo aver completato la prenotazione.

Cosa faremo

La prima tappa del nostro percorso si colloca a Montemaggiore, frazione montuosa all'apice di una cresta tra la valle del Lavino e del Samoggia. Mentre ne supereremo il crinale, potremo ammirare l’ampia distesa di calanchi, fenomeno geomorfologico unico nel suo genere, caratterizzato da profondi solchi scavati dal dilavamento delle acque.

La suggestiva visuale dell’esteso bacino calanchivo ci permetterà di scorgere diverse colorazioni e numerose strutture deformative interne alle argille scagliose, le rocce sedimentarie più antiche della collina bolognese.

Meraviglia per i nostri occhi sarà il contrasto tra la natura estremamente brulla delle insenature argillose e i dolci pendii collinari coltivati ad uva. Il nostro tragitto proseguirà così fino ad una nuova area calanchiva, molto nota in quanto nel 1861 furono ritrovati i resti di una balenottera fossile.

Infine, scenderemo lungo il letto del fiume Samoggia, il più lungo affluente del Reno, per concludere un’escursione che ci insegnerà come l’erosione sia in grado di dar vita a spettacoli meravigliosi.


Foto Copertina: @mtbsavigno
La prima tappa del nostro percorso si colloca a Montemaggiore, frazione montuosa all'apice di una cresta tra la valle del Lavino e del Samoggia. Mentre ne supereremo il crinale, potremo ammirare l’ampia distesa di calanchi, fenomeno geomorfologico unico nel suo genere, caratterizzato da profondi solchi scavati dal dilavamento delle acque.

La suggestiva visuale dell’esteso bacino calanchivo ci permetterà di scorgere diverse colorazioni e numerose strutture deformative interne alle argille scagliose, le rocce sedimentarie più antiche della collina bolognese.

Meraviglia per i nostri occhi sarà il contrasto tra la natura estremamente brulla delle insenature argillose e i dolci pendii collinari coltivati ad uva. Il nostro tragitto proseguirà così fino ad una nuova area calanchiva, molto nota in quanto nel 1861 furono ritrovati i resti di una balenottera fossile.

Infine, scenderemo lungo il letto del fiume Samoggia, il più lungo affluente del Reno, per concludere un’escursione che ci insegnerà come l’erosione sia in grado di dar vita a spettacoli meravigliosi.


Foto Copertina: @mtbsavigno

Dettagli dell'attività

Caratteristiche del percorso

Livello di difficoltà (CAI)

Intermedio (CAI E)

Lunghezza del percorso

14 km

Dislivello

350 metri

Stato del fondo

Stradina (asfalto/sterrato), Sentiero Battuto, Mulattiera - Sentiero. Non ci sono particolari difficoltà o criticità

Cani ammessi: Sì

Sì, muniti di guinzaglio e sacchetti per eventuali deiezioni

Cosa portare

Scarpe con suola scolpita, bastoncini se abituati all'utilizzo, acqua, snack, pranzo al sacco, attrezzatura adatta in caso di pioggia. Mascherina e gel igienizzante

Informazioni sulla guida

Damiana Fiorini

2.3 (3 recensioni)

Martina R.
1/5
28 settembre 2020
La guida non era in grado di tenere coeso il gruppo, e faceva decidere ai partecipanti
La guida non era in grado di tenere coeso il gruppo, e faceva decidere ai partecipanti
Cosetta B.
3/5
21 settembre 2020
È un tipo di trekking prevalentemente su asfalto da fare o a primavera o in autunno altrimenti il caldo è eccessivo
È un tipo di trekking prevalentemente su asfalto da fare o a primavera o in autunno altrimenti il caldo è eccessivo
Lorenza M.
3/5
18 settembre 2020
Compagnia molto piacevole ma il percorso è sembrato un po' improvvisato
Compagnia molto piacevole ma il percorso è sembrato un po' improvvisato

Dove ci troveremo

Luogo di ritrovo

L’informazione è riservata agli iscritti a Meeters. Se non hai l’iscrizione l’informazione sarà visibile dopo aver completato la prenotazione.

Hai bisogno di un passaggio? Vuoi condividere un posto in auto?

L’informazione è riservata agli iscritti a Meeters. Se non hai l’iscrizione l’informazione sarà visibile dopo aver completato la prenotazione.

L'impegno di Meeters nei confronti della sicurezza

Le nostre guide e i nostri fornitori sono adeguatamente provvisti di tutti i dispositivi di sicurezza richiesti e consigliati dalle ultime indicazioni governative.

Informazioni aggiuntive

Altro vicino a Città Metropolitana di Bologna

Scopri tutte le esperienze

IL MONDO MEETERS

BlogEsploraAttiva gift cardT-shirt e gadgetLavora con noiCollabora con noiPartner with us

© Italia33 S.r.l.

Privacy policyCookie policyMappa del sito

Sede Legale: Ripa di Porta Ticinese, 39 - 20143 Milano ∙ Sede Operativa: Via Flavio Gioia, 6 - 37135 Verona ∙ P. IVA: 10802670967 ∙ N. REA Camera di Commercio di Milano: MI - 2558973 ∙ Capitale Sociale: 20.000 € ∙ Siamo un Tour Operator con licenza: 10802670967-16092019-1559, Regione Veneto, Verona, 13.12.2019 ∙ Polizza RC: 1-30229-319-177729374 ∙ Fondo di garanzia viaggi: 2020/1-3275